La Giornata

I bambini durante la mattinata sono organizzati in due gruppi a seconda dell’età: abbiamo un gruppo di Lattanti (3 mesi/18 mesi) e un gruppo di Grandi (18 mesi/ 36 mesi). Questo avviene per rispettare i loro tempi, le loro esigenze, caratteristiche e competenze. Nel pomeriggio invece i bambini sono organizzati in gruppo misto d’età: questo contesto relazionale ha una grande valenza sul piano educativo e sul piano degli apprendimenti perché i bambini più grandi possono diventare esempi da imitare per i più piccoli e allo stesso momento i grandi imparano a rispettare i tempi dei più piccoli.

Ore 7.30 – 9.00: “Accoglienza”

È caratterizzata da un breve scambio d’informazioni genitore-educatrice e dal gioco libero, momento in cui il bambino si relaziona con i suoi compagni e utilizza i giochi in modo autonomo.


Ore 9.0 – 9.30: “Merenda”

Ognuno prende il bavaglino dalla tasca contrassegnata con il proprio simbolo e ci si siede a tavola e inizia a mangiare da solo o aiutato dall’educatrice yogurt, frutta fresca, tè e biscotti, pane e marmellata, latte e cerali...


Ore 10.00 – 11-15: “Attività”

Vengono proposte attività diverse secondo l’età. Per i più piccoli è il momento del riposino.


Ore 11.15 – 11.30: “Cambio e Bagno”

I bambini divisi in gruppo vanno in bagno con l’educatrice: i più piccoli vengono cambiati e preparati per il pranzo; i più grandicelli sperimentano la loro autonomia: sedersi sul water o sul vasino, lavarsi e asciugarsi le manine.


Ore 11.30 – 12.00: “Pranzo”

È uno dei momenti più importanti sia dal punto di vista nutrizionale come soddisfazione di un bisogno primario in cui il bambino viene invitato alla conoscenza di nuovi sapori, ma anche come momento di socializzazione, infatti stare a tavola insieme favorisce le conversazioni spontanee fra il bambino e l’adulto e rappresenta anche un primo approccio ad alcune regole sociali.


Ore 12.00 – 13.00: “Bagno e prime Uscite”

I bambini si lavano le manine e vengono preparati per il ricongiungimento con il genitore; chi va a casa aspetta la mamma o il papà, gli altri si preparano per andare a nanna.


Ore 13.00 – 15.00: “Nanna”

È un momento affettivo molto delicato, in cui il bambino si abbandona al sonno in un ambiente diverso da quello di casa; viene creato un clima di tranquillità, raccontando una storia o cantando una ninna nanna.


Ore 15.30 -16.30: “Merenda”

I bambini si siedono al tavolo per mangiare una merendina a rotazione tra tè e biscotti, frutta fresca, pane e marmellata, yogurt.


Ore 16.30-18.30: “Gioco e Uscite”

Per i bambini è un momento di gioco libero, durante il quale aspettano il ricongiungimento con i genitori.